domenica 14 giugno 2015

Zuppetta di lamponi con pesche e croccante


hai la mente sgombra dalle parole
nulla da dire, nulla da scrivere
le lettere dell'alfabeto sono li sulla tastiera, allineate; 
ma non c'è lo stato d'animo giusto 
per esternare pensieri.

il caldo? forse.
stanchezza? può darsi.

non sei per nulla nervosa e questo 
non è da te.

forse mangi troppa frutta? può essere.

la dolcezza degli zuccheri si insinua nelle vene:
tu che d'inverno assaggi a malapena una mela a settimana.

tutto questo glucosio ti dà alla testa,
e già! come una ventata di aria pulita nel tuo corpo.

si. dev'esser così.

 controllarsi? impossibile!
con tutti quei fantastici, succosi  e sempre nuovi frutti di stagione 
che si alternano sui banchi del mercato!

non ti va altro.

...bè allora...

che frutta sia!




ZUPPETTA di LAMPONI
con
PESCHE e CROCCANTE

ingredienti per 2 persone

125 g di lamponi
2 pesche mature
succo di zenzero
1 cucchiaio di sciroppo di agave
qualche fogliolina di menta 
rum (facoltativo)
2 cucchiai colmi di zucchero di canna
1 cucchiaio di semi misti 
(sesamo, girasole, zucca, grano saraceno)
succo di limone





Lavate e sbucciate le pesche (io ho usato le "tabacchine", le conoscete? sono buonissime!), tagliatele a pezzetti, aggiungete 1/2 cucchiaio di sciroppo d'acero e qualche fogliolina di menta tritata finemente; mescolate e lasciate riposare.
Tenete da parte qualche lampone per decorazione, il resto  frullatelo con un frullatore ad immersione. Filtrate la purea ottenuta per setacciare la polpa dai semini. Condite la salsa ottenuta con  del succo di zenzero a piacere (grattugiate un pezzettino di zenzero fresco, mettetelo in una garza sterile chiuso a mò di sacchettino e strizzate: né esce un succo profumatissimo e piccantino!), 1/2 cucchiaio di sciroppo d'acero e qualche goccia di rum (facoltativo).
Scaldate lo zucchero di canna in una padella dal fondo spesso e mescolatelo con 2 cucchiaini di succo di limone; quando lo zucchero si sarà sciolto, aggiungete i semi, amalgamateli con lo zucchero e subito versate il tutto in un piano di marmo freddo  o altro piano freddo resistente al calore, rivestito con carta da forno. Quando il croccante si sarà solidificato spezzettatelo in piccoli quadrotti.
Componete il piatto di portata, versando la salsa di lamponi alla base del piatto, distribuite le pesche con il loro sciroppo di marinatura e il trito di menta, aggiungete i lamponi e il croccante. 

ATTENZIONE: se le pesche sono particolarmente dolci, omettete pure lo sciroppo d'agave! 




16 commenti:

  1. Anch'io non so resistere al fascino della frutta primavera/estate :-P Troppo bella, succosa, golosa..perchè privarsi di una tale coccola???
    Fa bene al corpo, all'umore e colora la vita ^_^
    La tua ricetta racchiude perfettamente il mio pensiero :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! so bene che sai apprezzare la freschezza e semplicità della frutta! <3

      Elimina
  2. Anche qui tanta tanta frutta per tutti e in tutte le forme! Ma questa geniale zuppetta mi manca! Se trovo i lamponi la provo di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si davvero, devi provare! ti sorprenderà! ;-)

      Elimina
  3. da me queste pesche si chiamano tabacchiere e, insieme alle netterine (o pesche noci), sono le mie preferite! Anche se, bisogna dirlo, riconoscere delle preferite sulle pesche è cosa ben difficile!!! Se mi dovessero chiedere quale sia il mio frutto preferito, pensando soprattutto alla frutta di questo periodo, scegliere mi sarebbe proprio difficile! Adoro la zuppetta, per come l'hai presentata (é proprio bella) e per l'accostamento di sapori (...e vogliamo parlare della nota rinfrescante della menta, quella piccantina dello zenzero e quella croccante dei semi?! Superba!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dalle mie parti le chiamano le Tabacchine!! sono le più dolci e si prestano benissimo ad essere accostate ai lamponi un pò aciduli!
      Grazie! <3

      Elimina
  4. La frutta è troppo buona per porsi un limite quando la si mangia e poi con questa magia di colori, combinazioni e consistenze diverse... Come puoi non affondare un cucchiaino e mangiare ^_^
    Meravigliosa come sempre <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente, sono più per i salati, pertanto ho da sempre un pò trascurato la frutta, Ma ultimamente non mi va altro!! :-) hi,hi !!! e visto la stagione nè approfitto!!! ;-)

      Elimina
  5. Mari, capisco benissimo lo stato di inebriamento che la frutta provoca! Sembra un costante essere su di giri, ma molto meglio! Ovviamente riesci ad essere più controllata, ma sei ugualmente leggera e felice! E' fantastico <3
    Che dici, non la proverò questa zuppetta?! Ovviamente senza rhum per me :)
    Un bacio, buon inizio settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è una novità! gradevolissima direi!! ;-)

      Elimina
  6. Resistere alla meravigliosa frutta di questa stagione, proprio non si può! Tu ne hai anche fatto un piatto colorato e divinamente irresistibile :) Proprio ieri ho notato che la pianticella di lampone che ho piantato qualche mese fa, inaspettatamente (dato il mio scarso pollice verde), sta iniziando a dare qualche piccolo prezioso frutto color rubino...saranno perfetti per una zuppetta come questa! Grazie per l'idea...un abbraccio :)

    RispondiElimina
  7. Vedi, io raccolgo ciliegie e tu lamponi... :-) Siamo immerse entrambe nella frutta più buona e nei suoi colori, con la voglia di freschezza e leggerezza... le parole d'estate prendono ritmi più lenti, si adattano al caldo anche loro, indossano virgole meno pesanti e i sandali...

    RispondiElimina
  8. che frutta sia: sempre e comunque!!! <3 <3

    RispondiElimina
  9. una sferzata di energia e colore nel tuo piatto. Il gusto deve essere buonissimo. Complimenti Mari.

    RispondiElimina
  10. Anch'io mangio poca frutta d'inverno, eccezione fatta pe le arance che qui abbondano... ma d'estate è un'altra cosa! Le pesche che hai scelto sono deliziose, hai ragione, e di lamponi sto facendo scorpacciate... grazie per questa ricetta, una bella idea da servire a tavola ;)
    Un abbraccio, cara.

    RispondiElimina
  11. Oh mamma questa zappetta come me la mangerei tutta. Anch'io come te d'inverno non tocco frutta, nemmeno la tua mela alla settimana ed ecco spiegato il perché di questa testa leggera che mi sento ultimamente. Ora ho capito: deve essere proprio il glucosio. E io che mi preoccupavo 😊❤️

    RispondiElimina

Mi fa piacere se lasci un commento...
Se sei anonimo per favore firmati! Grazie