martedì 25 febbraio 2014

Grano saraceno alle nocciole, con crema di cavolfiore al balsamico

avresti voglia di stenderti sul prato e annusare 
l'odore dei germogli d'erba in crescita e
guardare da vicino la moltitudine di piccole creaturine
 che vivono e si muovono silenziosamente 
fra questi steli fragili e questi teneri fili erba.

il sole scalda, ma l'aria 
è come una mano fredda senza guanti di lana 
che ti accarezza con affetto le guance.

le lucertole escono intorpidite dai loro nascondigli invernali 
e si crogiolano al sole immagazzinando energia per i giorni bui.

prendi la tua macchina fotografica e ti incammini sola per i campi;
ogni tanto scruti fra l'erba più alta
ti fa strano non vedere li attorno la tua compagna a quattro zampe. 

ti fai distrarre
dai suoni della natura, dai riflessi del sole e dalle macchie di colore 
che si espandono col passare dei mesi invernali 

le percezioni sono positive
e anche tu come gli animali a sangue freddo 
accumuli  nuova energia,
ti prepari ad un nuovo risveglio
e riscopri la sensazione vitale di un' assoluta pace con te stessa.



LA RICETTA

...perchè osservare la natura e ossigenare il corpo
 nutre  l'entusiasmo delle nuove idee in cucina ...


INGREDIENTI

grano saraceno
cavolfiore romano
nocciole
aglio
sale, olio d'oliva, curcuma, salvia, pepe
aceto balsamico




PREPARAZIONE

Mettete in una pentola con acqua fredda il grano (1 parte di grano: 3 parti di acqua) unite uno spicchio d'aglio e qualche foglia di salvia. Verso fine cottura (circa 25-30 minuti) salate, aggiungete un cucchiaino di curcuma in polvere,un cucchiaio d'olio e della granella di nocciole tostate. Fate asciugare bene il grano.
Lavate e mondate il cavolfiore romano e fatelo lessare (in pentola pressione 6 minuti dopo il fischio della valvola). Separate la parte delle foglie e del  torsolo dalle cimette. Frullate le prime con un goccio d'olio, sale, pepe e qualche goccia di aceto balsamico, fino ad ottenere una crema liscia.
Componete il piatto aiutandovi con un coppa pasta, partendo dalla base di grano, distribuendo la crema e aggiustando le cimette di cavolfiore per ultime. Spolverizzate con altra granella di nocciole e servite ben caldo.



23 commenti:

  1. Questo piatto ha un nonsochè di stupendo, dei colori bellissimi, profumi favolosi.. non so mai come fare il grano saraceno ma così lo preparo di corsa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...per zuppe o piatti invernali è ottimo!

      Elimina
  2. Il grano saraceno mi è simpatico per la sua forma e mi piace pure, non solo nelle zuppe ma anche così bollito. La natura è il mio rilassante preferito. Mi basta esserci ed è come se l'interruttore interno scattasse in modalità relax e slow. Giusto domenica ho raccolto le viole (per farle candite e usarle come decorazione per un dolce)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle le violette candite!!! adesso sono curiosa di vedere la ricetta!! ;-)

      Elimina
  3. Dear Mari,
    thank you so much for your lovely words. It is a pleasure to have you around. And your recepies are heaven on earth.
    Mille grazie
    Elisabeth

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello Elisabeth ...
      thanks for the nice words

      Elimina
  4. Tesoro, ogni volta mi trasporti con te, nelle tue emozioni...6 fantastica e il tuo piatto è un'opera d'arte :-D Bravissima <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. siamo come i girasoli... seguiamo il sole! ;-)

      Elimina
  5. Accumulo nuova energia guardando il tuo post :) Che belle parole, che bel piatto e che incantevoli foto!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! accumuliamo c'è nè bisogno!!! ;-)

      Elimina
  6. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e ho trovato tante belle ispirazioni... E ho ancora tanto da leggere!
    Ci siamo unite ai tuoi lettori fissi, se ti va di passare da noi siamo qui:
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ragazze...
      ...arrivo al più presto nella vostra cucina!!! ;-)

      Elimina
  7. Ciao Mari! Grazie per questa ventata di aria primaverile, sono da 3 giorni chiusa in una sala seminterrata con luci al neon per una formazione di lavoro, mi manca il mio bosco...ci sono tornata per un attimo leggendo queste tue righe :-)
    Non affronto il grano saraceno in chicchi da un po', dopo diversi insuccessi e delusioni qualche anno fa, non sapevo proprio come cucinarlo in modo da non farlo diventare una colla. E' qualche settimana che lo osservo in dispensa decisa a riprovarci, cercavo proprio una ricetta che mi piacesse...ed ecco che arrivi tu!
    Grazie della condivisione e a presto,
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. He,he :-D i tempi di cottura sono sempre labili!!!! :-)

      Elimina
  8. Poesia e cucina "mi piace" complimenti per il piatto.Ciao

    RispondiElimina
  9. stupenda, come stupendi sono i pensieri sopra!
    grazie Mari!
    Sandra

    RispondiElimina
  10. Mari.. ti sento in Universofoniaaa!!! Bellissime foto e ricetta che mi ha attizzato le papille gustative: il cavolo con la granella di nocciole??? Mi sa che vanno a nozze questi due!!! un bacione non mi resta che provare (sia l'abbinamento, sia a stanarmi un po' anche io, come Claudia qua sopra.. che tra un po' divento come Leopardi!!)

    RispondiElimina
  11. Non sono troppo tipo da passeggiate nel verde, o almeno, me la godo se è una ogni tanto, ma ammetto che sono fortemente metereopatica e il risveglio della natura, benchè sospettosamente prematuro, ha risvegliato e donato energia anche a me. Si cominciano a cercare colori e nuovi abbinamenti nei piatti e quello che hai realizzato tu è decisamente interessante. Il grano saraceno è forse uno dei cereali che preferisco, lo adoro in farina ma mi piace molto anche in chicco. E' da tanto che non lo compro e stavo pensando ultimamente che lo dovevo riprendere..beh, lo farò al più presto, così potrò provare questa ricetta invernaverile! :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Ecco hai fatto un piatto con ingredienti che mi piacciono un sacco, ma proprio tutti quanti: grano saraceno, nocciole, cavolfiore, aceto balsamico...ora sarò costretta a provarlo...intanto qui http://vegeintable.blogspot.it/2014/02/about-versatile-blogger-award.html ho pensato anche al tuo blog per il Versatile Blogger Award ...spero t faccia piacere :-)
    P.S. anche a me piace vagare in compagnia solo della mia macchina fotografica

    RispondiElimina
  13. sono semnza parole mari! wow!!!! qst riesco a dirlo!

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia! Adoro il grano saraceno e non l'ho mai mangiato con il cavolo. Devo provare, è irresistibile questa ricetta! Ciao! :)

    RispondiElimina

Mi fa piacere se lasci un commento...
Se sei anonimo per favore firmati! Grazie