martedì 10 dicembre 2013

Mini piadine di farro con radicchio rosso e pesto di noci





Vi state organizzando per fare gli addobbi di Natale in casa? 
...appeso la ghirlanda alla porta...
...sistemato le lucine dell'albero...
...spolverato i balocchi che stanno in ripostiglio da un anno...
... sistemato il presepe sul mobile del soggiorno...


Ogni volta ritorno bambina, e ricordo quando mio padre costruiva la capanna con il polistirolo dipinto da lui, si stendeva tutto attorno  il muschio essiccato raccolto d'autunno nel bosco, e poi come registi, si organizzava la scena: i pastori più piccoli posti in lontananza, le statue più grandi in primo piano, lucine intermittente dentro le casette in balsa, il ruscello e il laghetto fatto con lo specchio e la carta d'alluminio; gli angeli e la stella cometa sospesi sopra la capanna con i fili trasparenti di nailon. E poi la sacra famiglia, le pecore pelose con i pastori, il bue e l'asinello. 
Ogni anno si spostavano i mobili del soggiorno per lasciar spazio al grande presepe, e alla sera dopo cena, invece di guardare "Canzonissima" alla TV, io e mia sorella passavamo ore a giocare con le statuine di carta pesta, rivoluzionando per l'ennesima volta la scena.

Ultimo antipasto per il pranzo di Natale: sfizioso da mandar giù con un bicchiere di prosecco.
Mini piadine di farro con radicchio rosso di Verona (ma va bene anche quello di Chioggia o di Treviso) condito con un pesto alle noci.



INGREDIENTI

piadine di farina di farro (confezionate bio e vegane)
un cespo di radicchio rosso di Verona
succo di limone q.b.
conserva di pomodoro q.b.
per il pesto:
noci 
tahina chiara (crema di sesamo)
olio d'oliva extra vergine q.b
sale q.b.





PREPARAZIONE

Tagliate le piadine grandi, con un coppapasta o una formina da biscotti con un diametro di almeno 8 cm. Spalmateci sopra un cucchiaino di conserva di pomodoro. Lavate e mondate il radicchio e fatelo sgocciolare bene dall'acqua.
Affettate sottilmente le foglie, e in una terrina conditele con un filo d'olio, sale e qualche goccia di limone. Distribuite un bel mucchietto di radicchio su ogni piadina (durante la cottura le foglie appassiscono). Preparate il pesto da prima tritando grossolanamente le noci, poi in un mortaio pestatele con della tahina (rapporto noci -tahina, un cucchiaio da minestra-un cucchiaino da caffè) e ammorbidite il pesto con un pò di olio d'oliva (il pesto deve comunque rimanere granuloso e il sapore dell'olio non deve prevalere su quello delle noci). Distribuite sopra al radicchio il pesto e infornate le piadine a 120° per circa 15 minuti. Servite tiepidi.





15 commenti:

  1. Gustose queste piadine da provare assolutamente ciao buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura... sono proprio una tira l'altra! ;-)

      Elimina
  2. sììì finalmente addobbi on air! :D
    che bella idea oggi per l'antipasto! io adoro le noci e soprattutto le amo in abbinamento con il radicchio. considerando che vado matta anche per il farro, direi che c'è tutto per essere desiderabili e perfette, no?

    RispondiElimina
  3. Questa ricetta è fantasticissima per l'antipasto di Natale! Io purtroppo quest'anno sarò l'unica vegan a pranzo (lo è anche mia sorella, e il marito e il bimbi vegetariani) e mi fa veramente tristezza il pensiero di prepararmi qualcosa di diverso solo per me, perchè figurati se gli altri mangiano le "cose strane" :( queste mini-piadine però penso che potrebbero incontrare il gradimento di tutti, gli ingredienti sono semplici e conosciuti, ma anche molto gustosi! ..io le tengo presenti :)
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i vegetariani dovrebbe piacere anche così... se proprio vuoi fare supercontenti gli onnivori.. aggiungi un pezzettino di gorgonzola dolce, prima di metterlo in forno... andranno a ruba! ;-)

      Elimina
  4. Ho seguito il consiglio di Cristina ed eccomi qua... Trovo un blog molto bello che mi piace, e allora resto!
    Bellissima ricetta, bellissime fotografie ed i ricordi dei Natali passati regalano una piacevole atmosfera!
    Complimenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia!
      é un piacere conoscerti!
      Ho curiosato nella tua cucina ... ci risentiremo molto presto! ;-)

      Elimina
  5. Hai ragione, il Natale è la festa che maggiormente mi trasporta attraverso i ricordi + felice della mia vita e me li fa rivivere con immenso trasporto..
    Queste piadine sono fantastiche e le trovo una bella idea anche x un aperitivo pre festivo :-D
    Un bacio
    la zia Consu

    RispondiElimina
  6. Giusto stasera per cena ho preparato le piadinette con la pasta madre... la prossima volta faccio questa versione sfiziosa per i grandi... le bimbe non amano il tahin...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi fare a meno di metterlo: se riesci a ridurre per bene in poltiglia le noci in modo che riamagano un pò compatte, puoi evitare la tahina! ;-)

      Elimina
  7. A me il Natale mette un po' di malinconia proprio per questo: tanti ricordi belli, che sono belli sì, però fanno venire tanta nostalgia :)
    Idea favolosa questa piadina e il pesto di noci con la tahina (quanto mi piace *_*) mi alletta tantissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, no, niente rimpianti!
      Allora guarda sempre avanti e a tutte le cose belle che hai in programma di fare!!! ;-)

      Elimina
  8. Appena ho visto il titolo ho pensato "evvai ! finalmente posso farmi la piadina di farro e non ho più scuse". A settimane alterne uso le piadine di farro con solo olio, senza lievito. E ogni volta mio figlio mi prende in giro perchè continuo a dire...pure convinta..."la prossima volta le faccio io". Invece nulla !

    RispondiElimina

Mi fa piacere se lasci un commento...
Se sei anonimo per favore firmati! Grazie