lunedì 25 marzo 2013

Carciofi, sformatino di ceci e fonduta di crescenza e taleggio


Avrei voluto preparare un specialissimo menù di Pasqua con ortaggi primaverili, ma qui la natura stenta a sbocciare se continua sto tempaccio e visti i tempi di crisi globale, non mi va di pagare oro gli asparagi  locali che non ci pensano neanche di sbucare fuori dalla terra.
Così ripiego con ciò che trovo in dispensa.
Per l'antipasto mi sono ispirata ad un piatto gustato in uno dei ristoranti storici della mia città "da Ottone": Carciofi, polenta di ceci e fonduta di formaggio di malga. Come al solito ho variato la ricetta con quanto avevo in casa e secondo i miei gusti. 
Devo dire che l'accostamento di carciofi -amarognoli- con i ceci -dolci- e il formaggio -saporito- è davvero azzeccato. 
Un piattino sfiziosissimo per aprire un pranzo di festa!



CARCIOFI, SFORMATINO di CECI 
FONDUTA di CRESCENZA e TALEGGIO

dosi per 2 persone

6 cuori di carciofi  con gambo medio/piccoli
120 gr di ceci lessati con alga kombu
2 cucchiai scarsi  di parmigiano grattuggiato
1 uovo
timo q.b.
1 spicchio d'aglio

30 gr di crescenza freschissima
30 gr di taleggio
latte q.b.
olio E.V.O. , sale, pepe


Dopo aver lasciato a bagno una notte i ceci con l'alga, coceteli per almeno 40 minuti con l'acqua dell'ammollo e l'alga, salandoli a fine cottura. Frullate il tutto con un filo d'olio ottenendo una crema densa: aggiustate di sale se necessario e di pepe.

Unite la crema di ceci così ottenuta, con il parmigiano grattugiato, l'uovo sbattuto e un generoso pizzichino di timo essicato. Mettete in una pirofila da forno e infornate a 180 gradi per almeno 30 minuti.

Lavate e mondate i carciofi e tagliateli in 4/6 spicchi. Metteteli subito in una padella dove avrete fatto insaporire un filo d'olio con l'aglio; cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo dell'acqua calda se necessario. Salate e verso fine cottura fate asciugare e rosolare bene i carciofi, per altri 5 minuti, aggiungendo se necessario un pò d'olio.

In un pentolino sciogliere a bagnomaria il formaggio con un goccio di latte: prima la crescenza e poi aggiungete il taleggio.

Componete il piatto di portata con una fetta di sformato di ceci, i carciofi ben rosolati e la fonduta di formaggio. Servite ben caldo.


ricetta del ristorante "Da Ottone" B.d.G.-VI-
rielaborata da MARI





6 commenti:

  1. Qui ci ripasso e prendo appunti,assolutamente.

    RispondiElimina
  2. Un piattino davvero, davvero sfiziosissimo!
    Mi sa che sarà anche il mio antipasto per Pasqua.
    Grazie per l'idea, ideona! :-)
    Baci LIDIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! anche per l'idea-ideona! ;-)
      Ciao, ciao Mari

      Elimina
  3. bellissimo piatto vegetariano!
    Ottimo da provare subito.
    come sempre brava. :-D
    ciao Francesca

    RispondiElimina
  4. Grazie Francesca!
    baci MARI

    RispondiElimina

Mi fa piacere se lasci un commento...
Se sei anonimo per favore firmati! Grazie